E.444.001 "Tartaruga" Prototipo

"Tartaruga" Prototipo
E.444.001 - "Tartaruga" Prototipo

Il primo prototipo, la E.444.001 venne consegnata nel luglio del 1967 e fu subito oggetto di prove e sperimentazioni.
La prima corsa prova fu effettuata sulla Direttissima Roma-Napoli alla trazione di 6 carrozze UIC-X e un bagagliaio alla media di 143 km/h, un fatto notevole, allora, dato che le 646 erano autorizzate alla velocità massima di 140 km/h.
Gli altri 3 prototipi vennero messi su rotaia tra il 1967 e il 1968.
Erano macchine piuttosto potenti per l'epoca, oltre 3 MW, ma non abbastanza per l'utilizzo su linee rapide: inoltre i loro carrelli erano limitati a soli 180 km/h.
La cassa delle E.444 primo modello era squadrata, e risentiva fortemente delle linee delle motrici di vecchia generazione ignorando le esperienze di aerodinamica portate avanti per gli elettrotreni con il progetto ETR 300.
Nonostante tutto furono estremamente innovativi per l'epoca, e il prototipo 001 venne inviato a Copenaghen ad una mostra ferroviaria suscitando ammirazione.
l'8 novembre 1967 ci fu il viaggio inaugurale: la E 444.001, con alla guida i macchinisti Arrighi e Pini, partì dal binario 1 della stazione di Roma Termini alle 9:00 alla testa del treno TV33069 diretto a Napoli (linea Direttissima via Formia); la macchina compì il suo viaggio in soli 88 minuti toccando i 207 km/h (allora considerata alta velocità) tra le località di Campoleone e Latina.

Digitalizzazione
Dettagli della digitalizzazione

Il progetto è quello di digitalizzare tutti i modelli nuovi e vecchi.

  • Decoder: 4
  • CV1: 23
  • Lista CV: scarica
Manutenzione
Storia delle revisioni fatte a questo modello

E' importante fare periodicamente qualche revisione ai modelli, manutenzione, oliare gli ingranaggi, pulire le prese di corrente, far circolare il modello su un tracciato, il tutto per mantenere il modello al meglio!

  • 07 luglio 18 - Manutenzione, pulizia e trazione in entrambi i sensi di marcia
  • 23 novembre 17 - Sporcatura scocca
  • 17 marzo 17 - Assemblaggio kit
  • 25 settembre 16 - Acquisto KIT
E.444.001 - "Tartaruga" Prototipo

Il primo prototipo, la E.444.001 venne consegnata nel luglio del 1967 e fu subito oggetto di prove e sperimentazioni.
La prima corsa prova fu effettuata sulla Direttissima Roma-Napoli alla trazione di 6 carrozze UIC-X e un bagagliaio alla media di 143 km/h, un fatto notevole, allora, dato che le 646 erano autorizzate alla velocità massima di 140 km/h.
Gli altri 3 prototipi vennero messi su rotaia tra il 1967 e il 1968.
Erano macchine piuttosto potenti per l'epoca, oltre 3 MW, ma non abbastanza per l'utilizzo su linee rapide: inoltre i loro carrelli erano limitati a soli 180 km/h.
La cassa delle E.444 primo modello era squadrata, e risentiva fortemente delle linee delle motrici di vecchia generazione ignorando le esperienze di aerodinamica portate avanti per gli elettrotreni con il progetto ETR 300.
Nonostante tutto furono estremamente innovativi per l'epoca, e il prototipo 001 venne inviato a Copenaghen ad una mostra ferroviaria suscitando ammirazione.
l'8 novembre 1967 ci fu il viaggio inaugurale: la E 444.001, con alla guida i macchinisti Arrighi e Pini, partì dal binario 1 della stazione di Roma Termini alle 9:00 alla testa del treno TV33069 diretto a Napoli (linea Direttissima via Formia); la macchina compì il suo viaggio in soli 88 minuti toccando i 207 km/h (allora considerata alta velocità) tra le località di Campoleone e Latina.